Skip to content


A Saverio Saltarelli

Saverio Saltarelli era nato il 25 maggio 1947 a Pescasseroli (L’Aquila) da una famiglia di pastori. Trasferitosi a Milano, frequentò il liceo e poi l’università, alternando studio e lavoro. Al paese aveva organizzato delle lotte contro la devastazione del Parco Nazionale degli Abruzzi ad opera della speculazione edilizia e per alleviare la grave condizione dei lavoratori stagionali. Il 12 dicembre 1970 (primo anniversario della strage di Stato a Piazza Fontana) e si manifestava per la liberazione degli anarchici incarcerati.
Varie manifestazioni si svolgono a Milano. Due autorizzate: un corteo antifranchista (è l’epoca del processo di Burgos contro i baschi) indetto dai sindacati a dai partiti (PCI, PSI, DC) e un presidio alla Statale del Movimento Studentesco della Statale (MSS) di Capanna. Al corteo non autorizzato degli anarchici partecipano anche altri militanti di sinistra (sia del Movimento studentesco, sia dei gruppi m-l) e la formazione internazionalista di Rivoluzione comunista di cui fa parte Saltarelli in quanto militante del Comitato studentesco di agitazione rivoluzionaria.
Gli anarchici vengono caricati duramente e ripetutamente. La polizia spara molti lacrimogeni ad altezza d’uomo. La polizia non aveva esitato a fare uso di armi da fuoco (in particolare il reparto guidato da Antonio Chirivì). Si contarono almeno due feriti gravi, uno studente e un giornalista. Qualcuno per sfuggire ai pestaggi tenta di rifugiarsi nell’università, ma verrà bloccato manu militari dal servizio d’ordine del Movimento studentesco.
A parziale – molto parziale – giustificazione, dell’operato in stile stalinista, va ricordato che precedentemente c’era stato un tentativo di assalto all’università da parte dei neofascisti e che la confusione regnava.
Colpito al cuore da un lacrimogeno ricoperto di metallo, Saverio Saltarelli muore.
A Saverio, ed a tutti i compagni caduti sul campo di battaglia, va il nostro ricordo ed il nostro impegno di continuare la lotta.

Posted in anarchismo.


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.