Skip to content


EPPURE NON VI INDIGNAVATE…

EPPURE NON VI INDIGNAVATE E NON AVETE MOSSO UN DITO…
per le violenze quotidiane che ognuno di noi subisce
EPPURE NON VI INDIGNAVATE E NON AVETE MOSSO UN DITO…
per i raid estivi delle guardie contro i migranti
EPPURE NON VI INDIGNAVATE E NON AVETE MOSSO UN DITO…
per la grave crisi occupazionale che sta colpendo il nostro territorio, che sta lasciando migliaia di persone senza lavoro e senza un futuro
EPPURE NON VI INDIGNAVATE E NON AVETE MOSSO UN DITO…
per le problematiche che migliaia di persone vivono per la casa, in seguito al sisma od alle difficoltà economiche
EPPURE NON VI INDIGNAVATE E NON AVETE MOSSO UN DITO…
per come c’hanno distrutto il nostro territorio, avvelenato le nostre acque, depauperato la nostra falda acquifera
EPPURE NON VI INDIGNAVATE E NON AVETE MOSSO UN DITO…
per la vita che ci rubano ogni giorno, le briciole che ci levano con la forza, le bastonate che ci danno se proviamo a reagire
EPPURE NON VI INDIGNAVATE E NON AVETE MOSSO UN DITO…
quando hanno incendiato uno spazio sociale, col serio rischio che si potessero far male persone ed un intero quartiere
EPPURE VI STATE INDIGNANDO E GRIDATE PAROLONI
per quattro scritte fatte durante il corteo, in una città i cui muri sono pieni di scritte e scarabocchi vari…
A CHI SI STA INDIGNANDO PER QUATTRO SCRITTE MA NON HA MAI MOSSO UN DITO PER LA VITA CHE CI LEVANO OGNI GIORNO
diciamo che questa mentalità è il tipico risultato di questa società che ci vuole isolati, indifferenti, egoisti, socialmente frammentati. Una società pronta a puntare il dito contro gli ultimi ed a generare una guerra tra i poveri, funzionale a chi comanda. Anche contro questa mentalità era il corteo di ieri… era per rompere il muro d’indifferenza che attanaglia la vita di molti…
“perchè quando il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito…”
CAMPETTO OCCUPATO
… NOI SIAMO FIGLI DELLE STELLE…

(Queste poche righe sono la nostra risposta alla canea che c’è in città sul corteo di ieri. A giorni usciremo con uno scritto più completo. Il mazzo di fiori nella foto è quello che stamattina abbiamo portato alla signora per lo spiacevole incidente di ieri sera all’ingresso di Corso Garibaldi, di cui ci siamo già scusati e le scuse sono state gentilmente accettate. E la signora, dopo il chiarimento c’ha salutato dicendoci: “Ragazzi…. sono con voi!”)

Posted in Campetto Occupato.


Aperitivo Benefit

Posted in casa del popolo.


Guai a chi ci tocca – CORTEO

Posted in Campetto Occupato.


Assemblea pubblica

Assemblea pubblica del 27/09/2017
LE FIAMME SI ESTINGUONO LE IDEE NO!
SERVI DI NESSUNO
GUAI A CHI CI TOCCA!!

Posted in Campetto Occupato.


Mapuche. Storie dell’altro mondo

Ed ecco un altro appuntamento che già era in programma, ma che per i ben noti problemi non si farà al campetto. L’iniziativa, con un compagno che da anni segue e sostiene le lotte dei Mapuche, la faremo in PIAZZA CADUTI 29 FEBBRAIO 1944, la piazza dietro al comune a Giulianova paese. E in caso di maltempo ci sposteremo alla Casa del Popolo

Posted in Campetto Occupato.


Assemblea pubblica

Ringraziando i tantissimi che ci hanno espresso vicinanza e solidarietà, diamo il primo di una serie di appuntamenti per parlare di quel che è successo e far ripartire il Campetto Occupato…
Perché se si pensano di fermarci, si sbagliano di grosso…
MERCOLEDÌ 27 SETTEMBRE
ORE 21:00
ASSEMBLEA PUBBLICA
PIAZZA BUOZZI, GIULIANOVA

Posted in Campetto Occupato.


La Resistenza Continua!

Oggi 24 settembre una settantina di compagni, venuti anche da fuori provincia, hanno onorato la memoria partigiana della battaglia di Bosco Martese nel suo 74esimo anniversario.
Dietro la corona di fiori, a firma di COMPAGNI E COMPAGNE e lo striscione con su scritto IERI, OGGI, DOMANI PARTIGIANI, son stati percorsi le poche centinaia di metri che dividono il piazzale del Ceppo al monumento ai partigiani. In corteo, durante tale tragitto, son stati fatti cori e canzoni partigiane, con lo sventolio di bandiere Rosse ed il colore dei fumogeni.
Arrivati al monumento é stata ricordata l’importanza ed il valore storico della battaglia di Bosco Martese, e si é sviluppato un interessantissimo dibattito, con vari interventi, sulla resistenza oggi. Resistenza alle devastazioni ambientali, sul mondo del lavoro, nelle scuole, per avere o mantenere un tetto sotto cui stare. Resistenza che quotidianamente portano avanti i territori che si autorganizzano, e chi porta aiuto e sostegno (come le brigate di solidarietà attiva) a queste forme di autorganizzazione e resistenza. Si é parlato anche del grave atto che ha colpito durante la settimana il Campetto Occupato di Giulianova che é stato incendiato da ignoti, e si é parlato dell’assemblea pubblica che vi sarà al riguardo mercoledi prossimo a Giulianova.
Si é detto infine che l’antifascismo é quanto mai attuale e che la resistenza, in tutti gli ambiti della nostra vita, é una lotta che dobbiamo continuare a portare avanti…
Per chi stava in quei giorni a Bosco Martese, per noi che viviamo le sopraffazioni quotidiane e per chi verrà…
LA RESISTENZA CONTINUA!

Posted in antifascismo.


Le fiamme si estinguono, le idee no…

La notte tra il 20 e il 21 settembre lo stabile del CampettOccupato è stato dato alle fiamme, riducendo in cenere diverse attrezzature e centinaia tra libri e opuscoli. Fortunatamente non sono rimasti coinvolti nè persone nè animali, nonostante il grande rischio che il fuoco si propagasse nelle zone limitrofe.
Il messaggio è chiaro, qualcuno vuole che il Campetto non esista più. Di attacchi vili ne abbiamo ricevuti tanti in passato ma mai di questà entità. Il tutto si va a sommare ad un clima di sgombero imminente come riportato dalle cronache locali nei giorni precedenti.
Del resto si sa, che un posto, non inteso come quattro mura, che si è sempre dato da fare per creare una socialità orizzontale, un posto contro ogni forma di soppressione della libertà, un posto non convenzionale e non commerciale, il CampettOccupato, un posto libero da ogni concezione autoritaria… E’ E SARA’ SEMPRE UNA SPINA NEL FIANCO!!!

CHI GIOCA COL FUOCO
PRIMA O POI SI SCOTTA

Posted in Campetto Occupato.


Partigiani ieri, Partigiani oggi

Posted in antifascismo.


Bosco Martese ce l’ha insegnato

Posted in antifascismo.