Skip to content


Via da qua!

I mezzi di informazione del regime democratico ci mostrano continuamente un nemico (immigrazione, terrorismo, criminalità) con l’arroganza di farci credere che leda le nostre Libertà.
Ma chi realmente mette a repentaglio la nostra Libertà?
Di che Libertà stiamo poi parlando?
Parola d’ordine del periodo in cui viviamo è sicuramente SICUREZZA.
In particolare l’attuale ministro dell’interno Minniti ha stipulato un omonimo decreto. Questo, dando più potere in mano a sindaci e questori, permette loro di limitare realmente la libertà, attraverso l’uso del FOGLIO DI VIA e del DASPO URBANO, delle persone ritenute “indesiderate” e “pericolose”, bandendole da alcune zone della città per periodi più o meno lunghi. Non importa che tu sia un compagno, un uomo, una donna, se ti stia ribellando per scelta individuale, collettiva o per istintiva resistenza: se porti calore, saluti e musica ai detenuti di un carcere, se rispondi a tono ai soprusi delle guardie per strada, se ti beccano a rubare pioveranno fogli di via, obblighi di dimora, restrizioni domiciliari e controllo sempre più oppressivo e tecnologizzato.
Un ottimo mix di politica anti-degrado (pulizia) e di politica anti-criminalità (polizia).
Cosa si nasconde sotto tutto questo?
Una guerra.
Una guerra portata avanti contro chi vive in maniera non concessa dal capitale.
Una guerra che crea solitudine tra le persone e spezza in anticipo qualsiasi forma di solidarietà.
Una guerra cavalcata da nazisti, fascisti e squadristi di ogni sorta che fomentano l’ odio razziale.
Non a caso a Spinetoli, nella notte di capodanno, è stata incendiata una palazzina destinata ad accogliere ragazzi migranti.
Allora chi è realmente il nostro nemico?
L’ indifferenza porterebbe a rendere normale tutto questo e resistere all’ennesima cancellazione delle poche libertà che ci rimangono da difendere è un dovere che come compagni e compagne sentiamo.
Non vogliamo essere portati via da qua né essere costrette a rimanere! Proprio come vorremmo fossero liberi di muoversi e migrare i tanti e le tante che da sempre attraversano mari, deserti e montagne, ognuno con il proprio motivo.

DOMENICA 21 GENNAIO ORE 18

INCONTRO E DISCUSSIONE CON LA RETE EVASIONI (Roma) PIU CENA OFFERTA LIBERA

CASA DEL POPOLO GIULIANOVA
Corso Garibaldi 117

Posted in casa del popolo, repressione, volantini e manifesti.


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.