Skip to content


Un’altra perquisizione

Stamattina, alle prime luci del giorno, cinque agenti della Questura di Teramo ha fanno una nuova perquisizione a casa di un compagno nel capoluogo aprutino. Senza un mandato, ma con il 41 tulps che gli permette di entrare e perquisire a piacimento. Dopo una mezz’ora ed aver rovistato in casa del compagno, gli sgherri sono andati via, lasciando un foglio con l’esito negativo della perquisizione. I soliti metodi spiccioli che usano per intimorire, che ci ricordano come si muove, ogni giorno, lo Stato democratico.

Posted in repressione.


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.