Skip to content


No Snam in Tribunale

E’ stato fissato per il prossimo 12 settembre, al tribunale di Sulmona, la prima udienza contro due compagni per il corteo NO SNAM del 21 aprile dello scorso anno nella città ovidiana.
Del corteo già vi avevamo parlato. Vi avevamo detto di come le guardie si erano comportate e della risposta convinta della piazza, alla provocazione sbirresca. Vi avevamo detto di come vi era stata anche una lettera aperta al Movimento No Snam, dopo quella giornata. E di come già vi erano stati dei fogli di via da Sulmona, in seguito a quegli episodi.
Ora, due compagni sono alla sbarra. Uno accusato di imbrattamenti durante il corteo e resistenza durante il fermo, un altro per “minacce a pubblico ufficiale” perché, a detta delle guardie, voleva impedire che il proprio compagno fosse fermato.
Bene, la risposta convinta della piazza alla celere che senza motivo attaccò la manifestazione, la solidarietà mostrata in quell’occasione, solidarietà bella, genuina, di cuore, dovrà anche esserci nella fase processuale contro i compagni.
Perché nelle lotte, la repressione, purtroppo, entra spesso a farci parte.
Imparare a farci i conti. Imparare a ragionare come affrontarla, individualmente e collettivamente.
Farne situazioni per rivendicare le nostre battaglie e rilanciare le nostre istanze..
Sono occasioni che non dobbiamo lasciarci sfuggire ed usare per contrattaccare il nemico, anche laddove esso si sente invincibile e ci crede sottomessi alla sua mercé.

Posted in repressione.


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.