Skip to content


Processo per l’azione contro la Lega

E’ stata fissata per il prossimo 11 febbraio, al tribunale di Teramo, l’udienza contro un compagno per l’azione contro un banchetto della Lega a Giulianova, l’estate scorsa. Per tale episodio vi era stata anche una perquisizione a casa di un compagno.
Da principio erano stati notificati fogli di inizio indagine anche ad altri/e ma, a quanto pare, la notifica del processo solo ad un compagno. Perchè, si legge nelle carte, “in concorso con altre persone non ancora identificate, in luogo pubblico durante una manifestazione leghista, li minacciavano e deterioravano il banchetto, la bacheca e il gazebo, prendendoli a calci e rovesciando tutto a terra”.
Ovviamente, non sappiamo chi sia stato a fare questa azione e, sinceramente, non ci interessa neanche saperlo.
Quel che però sappiamo per certo, come ribadito in altre occasioni, è che chiunque sia stato ha fatto bene!
Perchè all’avanzata reazionaria e repressiva si risponde anche e soprattutto così e tali azioni, non solo ci rincuorano, ma danno delle indicazioni a tutti gli uomini e le donne di buon cuore che non sopportano più certe politiche infami. E chi andrà a processo per tali azioni, ci andrà a testa alta, convinto delle sue idee, dei suoi principi di solidarietà, lealtà ed odio contro le gerarchie.
Per questo, se i nostri compagni indagati sono innocenti, va tutta la nostra solidaretà.
Ma se sono colpevoli, la nostra solidarietà va ancor di più!
La nostra solidarietà e complicità.

Posted in antifascismo, repressione.


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.